Back to the previous page

Addio a Laura Biagiotti, The Queen of Cashmere


May 28 2017
Fashion

È morta nella notte di venerdì 27 maggio la designer romana Laura Biagiotti, mentre si trovava nella sua casa dimora di Guidonia, alle porte di Roma. Aveva 73 anni, un’eleganza d’altri tempi.

Di forte intuito imprenditoriale, è stata tra i sostenitori del successo della moda italiana nel mondo.

Memorabile la sua sfilata a Pechino nel 1988, con le modelle cinesi che indossavano le sue più celebri creazioni. Amava il bianco, l’arte, la moda. Era in grado di coniugare una visione globale con la tradizione artigianale e la qualità dei materiali.
Il New York Times l’aveva definita “The Queen of Cashmere”. Una passione per i tessuti iniziata fin da giovane. Dopo gli studi in archeologia, decise di aiutare la madre, Delia Soldatini Biagiotti nella sua sartoria per poi collaborare con Schuberth, Capucci e Rocco Barocco. In seguito fonda la sua azienda e presenta la prima collezione nella Sala Bianca a Firenze nel 1972.

Una carriera durante oltre cinquant'anni (festeggiati nel 2015), ricca di soddisfazioni, traguardi importanti e riconoscimenti. Non solo stilista di grande talento e ingegno, ma anche mecenate. Dona alla città di Roma alcune opere di Giacomo Balla e contribuisce alla restaurazione del teatro La Fenice.

Ricordiamo tra le collaborazioni per la realizzazione di costumi per il cinema, quella per il film “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino.